Testimonianza dall’Albania

Dal 6 al 14 agosto sono stata a Scutari, in Albania, insieme a tre amiche di Forlì e altri ragazzi e missionari da diverse parti d’Italia.

La mattina facevamo attività di centro estivo con i bambini del quartiere di periferia, Dobraç, mentre il pomeriggio avevamo il tempo per visitare la città, ascoltare testimonianze di persone che hanno vissuto gli anni del regime comunista albanese e conoscere meglio la cultura locale.

Il ricordo più bello che ho è quello di una mattina quando in mezzo ai ragazzi del centro estivo, che cercavano di insegnarmi parole in albanese, iniziarono a urlare tutti insieme, chi in inglese, chi in albanese, fino a che un ragazzo non mi fece capire di guardare il cielo e vidi che sopra di noi volavano due bellissime aquile. L’aquila è l’animale simbolo dell’Albania, fiero e violento, un po’ come i suoi abitanti.

Ho conosciuto persone fiere della loro nazionalità che ci tengono a mostrare le bellezze della cultura e delle tradizioni, persone accoglienti e sempre col sorriso sul volto ma allo stesso tempo ho visto e ascoltato la violenza, dai giochi dei bambini al centro estivo, ai litigi, fino alle vendette, alle ragazze che non sono libere di vestirsi con pantaloncini corti in estate e non possono andare al centro estivo se non con l’approvazione dei genitori.

Ho iniziato il viaggio curiosa e un po’ senza sapere perché stessi realmente partendo, sono tornata con la consapevolezza di essere fortunata, per la mia vita, le mie idee e le persone intorno a me che mi lasciano e rendono libera.

Sono tornata piena di quei bambini, dei loro sorrisi e dei loro sguardi, con la voglia di ripartire, questa volta più attrezzata e pronta per vedere come sono cresciuti e riabbracciarli.

Teresa Brandinelli

Un Piccolo Gesto,

         Un Grandissimo Dono.

DONA ORA
2019-10-09T22:46:31+00:00