Clan FO6 “Gabbiano Jonathan” in partenza per la Tanzania

“Quanto in Europa, e ancor di più in America, l’individualismo è un valore apprezzato, tanto in Africa è sinonimo di disgrazia e di maledizione. La tradizione africana è collettivista, perché lo stare in un gruppo solidale era l’unico modo di far fronte alle costanti avversità naturali. E una delle condizioni di sopravvivenza del gruppo è precisamente la condivisione di tutto ciò che si possiede.” 

 Ryszard Kapuscinski, “EBANO”

Baden Powell diceva “guardate lontano, e anche quando credete di star guardando lontano, guardate ancora più lontano!”. Quanto lontano siamo abituati a vedere noi? Internet ci permette di volare sulla Luna, di essere in America e un istante dopo dall’altra parte del mondo, ci permette di farlo sì, ma solo guardando uno schermo. E allora perché non prendere uno di questi biglietti virtuali e renderlo vero?

A Gennaio diciotto biglietti prenotati, destinazione Tanzania.

Sono uno di quei diciotto ragazzi e vi racconto come si sceglie di investire in un sogno, nel sogno del nostro Clan. Siamo il Clan FO6 “Gabbiano Jonathan” della parrocchia di Regina Pacis insieme all’associazione “VolontariA Onlus” partirà per un campo di servizio in Africa per partecipare alla costruzione della scuola di Mwanzala e per animare i bambini del villaggio di Bomalan’gombe (distretto di Kilolo, Tanzania). Il sogno?

Kapuscinski lo scrive “La condivisione di tutto ciò che si possiede”. Noi abbiamo tutto, famiglia, amore, amici, soldi, compreso quella cosa che si chiama “scuola” che molte volte spesso odiamo. L’educazione per noi ragazzi più che un diritto pare essere un dovere, il “dover svegliarsi presto la mattina”, “il dover studiare”…ma se fosse una fortuna per pochi?

L’obiettivo della nostra missione diventa quindi volgere lo sguardo verso il prossimo, guardare ancora più lontano, basandosi sul principio dell’educazione come strada per cambiare il mondo. L’educazione per noi è scontata, ma dobbiamo imparare a non dare per scontato nulla. Il 10 di Agosto noi saremo là e verrà inaugurata la scuola, che noi finiremo di imbiancare. Sarà una festa per tutto il villaggio, una festa vi immaginate? Noi la vivremo in prima persona ma la gioia e i sorrisi non li vogliamo mica tenerli tutti per noi. Così abbiamo pensato che i sogni oltre che a viverli, bisogna condividerli. Abbiamo deciso di parlarvi del nostro progetto, di quello che vivremo là e di quello che ci porteremo a casa. E come?

Il progetto coinvolgerà tanti giovani delle scuole
superiori forlivesi che sono tutti nostri coetanei e amici stretti. Al ritorno, infatti, andremo di persona nelle scuole a raccontare il nostro progetto. Hanno già aderito all’iniziativa il Liceo Scientifico, l’istituto Tecnico Commerciale, l’istituto tecnico Statale e l’alberghiero. Non solo ai ragazzi, ma anche ai nostri cittadini. Il Comune di Forlì infatti ha aderito al progetto come Partner ufficiale.

Un sogno bello, ma anche economicamente impegnativo. Gran parte dell’investimento, infatti, è stato coperto da attività di autofinanziamento durante tutto l’anno per poter realizzare questa iniziativa, tutti insieme, nessuno escluso.

Abbiamo organizzato eventi di ogni tipo al fine di raccogliere fondi e presentare il progetto alla cittadinanza. Spettacoli a teatro con band, percussionisti e un coro, autolavaggi e una serata rock-gastronomica. Tanti privati, aziende e altre associazioni hanno accolto con entusiasmo il progetto aiutandoci nella sua realizzazione, ringraziando di cuore ognuno di loro.

Abbiamo anche aderito ad un percorso formativo chiamato “Vengo al volo da te”, partecipando ad una serie di incontri organizzati dal Centro Missionario Diocesano di Forlì acquisire al meglio i significati di viaggio, missione e servizio.

Forse pronti non lo saremo mai, ma non vediamo di mettere lo zaino in spalle e partire, manca poco più di un mese e noi ce l’abbiamo messa tutta, e ce la metteremo anche quando saremo là. Alla fine i motti delle tre branche sono “del nostro meglio”, “estote parati” e “servire”.

E noi sì che siamo pronti a fare del nostro meglio e a servire!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...